Endodonzia

Con il termine endodonzia si intende quella branca dell’odontoiatria che si occupa della terapia dell’endodonto, ovvero lo spazio all’interno dell’elemento dentario, che contiene la polpa dentaria, costituita da componente cellulare, vasi e nervi.

In presenza di carie profonde in stretta vicinanza alla camera pulpare, la qual cosa determina infiammazione e dolore, è necessario ricorrere alla devitalizzazione del dente.
La devitalizzazione consiste nella rimozione del nervo dentale presente all’interno delle radici e nella sua sostituzione con del cemento endocanalare e dei coni in guttaperca.
Successivamente il dente andrà ricostruito con un perno in fibra di vetro o in fibra di carbonio e protesizzato.

Si ricorre alla terapia endodontica qualora una lesione cariosa o traumatica al dente abbia determinato una alterazione irreversibile del tessuto pulpare, fino alla necrosi dello stesso. È possibile inoltre ricorrere a questa metodica qualora l’elemento dentario debba essere coinvolto in riabilitazioni protesiche che, a causa della notevole riduzione di tessuto dentale stesso, determinerebbero con alta probabilità un’alterazione pulpare irreversibile (necrosi pulpare per cause iatrogene).

Chiedici maggiori Informazioni

Siamo pronti a rispondere a tutte le vostre domande.